Conoscere i videogiochi

Con la Milan Games week e l’anteprima a Lucca Comics & Games parte il lancio del libro di storia e teoria generale dei videogiochi. Un saggio definitivo che riconosce alla pratica e alla produzione del “prodotto videogioco“ qualità specifiche di avanguardia e sperimentazione di grande fascino e interesse. Un altro tassello si aggiunge al quadro di formazione sulla cultura pop che, di volume in volume, i titoli delle collana Lapilli e Lapilli giganti, stanno costruendo nel nostro immaginario.

Una delle forme espressive più giovani a essersi affacciata alla ribalta, i videogiochi si sono evoluti in poco tempo in oscuro hobby per smanettoni, malvisto e considerato con sospetto, verso manifestazioni raffinate di interazione con il giocatore e di narrazione.
Parallelamente l’industria è cresciuta in modo esponenziale e le produzioni attuali rivaleggiano con i grandi colossal hollywoodiani.
Questo libro, rivolgendosi allo studioso, al professionista e al videogiocatore con un linguaggio agile e una copiosa ricchezza di dati, è stato strutturato in modo tale da mostrare le due storie parallele del medium in sé e del dibattito pubblico che esso negli anni ha scatenato.


Gli autori:
Marco Pellitteri
(Palermo 1974), sociologo dei processi culturali e dei media. I suoi studi si concentrano su fumetto, animazione, televisione, comunicazione, videogiochi. È autore dei libri Sense of Comics, Mazinga Nostalgia, Anatomia dei Pokémon, Conoscere l’animazione, Il Drago e la Saetta e di saggi accademici in volume e rivista editi in Italia e all’estero.

Mauro Salvador
Dottore di ricerca in Culture della comunicazione presso l’Università Cattolica di Milano, si è occupato della presunta “ludicizzazione” della realtà attraverso l’indagine del concetto di ludico nei media. Co-fondatore di G|A|M|E, prima rivista accademica italiana dedicata al videogame, ha pubblicato saggi e libri su videogame e cinema.

Le nostre novità editoriali

 

rughe_le_ali_cover_store memoria_acqua_store
I racconti dell’era del cobra di Enrique Fernàndez
Il cadavere e il sofà di Tony Sandoval
canale_mussolini_cover_ruggeri_store canale_mussolini_cover_ruggeri_store
Le strade di sabbia – ristampa – di Paco Roca L’inverso del disegnatore – ristampa – di Paco Roca
amina_cover_store knn_cover_store
Amina e il vulcano di Simona Binni Kuore nella notte di Stefano Piccoli
memorie_8bit_cover_store CoverVideogiochiPiccola
I ricordi di Mamette di Nob Conoscere i videogiochi di Marco Pellitteri e Mauro Salvador 
 E tutto il resto appresso storia_videogiochi_cov_provv_HR
Oliver Twist vol.1 di Dauvillier, Deloye, Merler e Rouger Oliver Twist vol.2 di Dauvillier, Deloye, Merler e Rouger

 principessa_horror_cover_SE_WEB
La principessa che amava i film horror -special edition- 
di Alessio De Santa, Elena Grigoli e Daniele Mocci 

 

I ricordi di Mamette di Nob

«Ma io non voglio arrivare! Voglio tornare a casa!
Dal nonno c’è puzza di capra ammuffita!»

mamette_cover_STORE

Prima di diventare la nonnina che tutti vorrebbero avere in famiglia, anche Mamette è stata giovane. E anche da giovane aveva un caratterino! Non c’erano mica i telefonini o internet negli anni ’30; si ascoltavano i romanzi a puntate alla radio, a scuola si imparavano le cose a memoria, e la nostra Mamette veniva affidata da sua madre ai nonni, nella grande casa di campagna.
Fra mansioni di tutti i giorni, grandi amicizie, e amori sul nascere, su Mamette e il mondo intero si affaccia un periodo difficilissimo, quello della Seconda guerra mondiale.

L’autore

Nob
Nato a Tours nel 1973, Nob comincia a lavorare con Glénat dopo aver vinto un concorso per giovani talenti. Lancia diversi personaggi, tra cui Bogzzz e Mon ami Grompf, finché trova il tempo e l’ispirazione per mettere in scena l’adorabile Mamette, una nonnina dolce come un confetto a cui, nel 2009, viene dedicato lo spinn-off La gioventù di Mamette.