Daniele Ciprì girerà il film tratto da Stalin+Bianca

Daniele Ciprì girerà il film tratto da Stalin+BiancaDue anni fa ne parlavamo come di una possibilità, ma ora quella possibilità è diventata reale ed elettrizzante: Daniele Ciprì, uno dei maestri del cinema nostrano, girerà il film tratto da Stalin+Bianca, il romanzo di Iacopo Barison uscito nella collana diretta da Vanni Santoni nel 2014 e candidato al Premio Strega nel 2015. Ciprì lo dichiara ufficialmente al termine di una lunga intervista sul suo lavoro uscita ieri su Cinematographe, in occasione del festival/concorso Corto Dorico, di cui è Direttore Artistico:

“Ho intenzione di concentrarmi di più su fotografia e regia; fino ad adesso sono stato molto occupato in diverse collaborazioni, ma ora avrò tempo per fare un film che sto preparando da due anni, inerente sull’immaginario, con una storia tratta da un libro Stalin + Bianca di Iacopo Barison. Mi è piaciuto molto, mi ha dato un grande input per costruire una storia di adolescenti, ci lavoravo da tempo, ora mi sento carico per potermici dedicare.
Non sono uno di quelli che fa un film all’anno. Mi serve concentrarmi, trovare il giusto equilibrio, la giusta misura.”

Il regista, classe 1962, si è sempre distinto per la sua poliedricità, che lo ha ha visto lasciare il segno nel teatro, nella telvesione, dove ha creato l’irriverente Cinico TV insieme Franco Maresco e, naturalmente, nel cinema, con una serie di opere che hanno saputo cogliere lo squallore e il degrado che attraversa i luoghi e che, al contempo, abita le pulsioni umane: Era una volta, È stato il figlio, La Buca, Totò che visse due volte, Il Ritorno di Cagliostro e Lo Zio di Brooklyn.

Non è un caso, quindi, che la storia di Stalin+Bianca abbia attirato la sua attenzione per poi appassionarlo: nel libro, infatti, i luoghi non sono mai una cornice o lo sfondo che accompagna l’esistenza di un ragazzo con problemi di gestione della rabbia e di una ragazza cieca, ma sono cooprotagonisti, nelle forme e nei colori, dello sfaldarsi delle cose, di un viaggio che è al contempo esistenziale e materiale.


Il libro

Euro 9,90
Collana: Romanzi
Formato: cm 15×21; pp. 175

Se hai letto questo articolo può interessarti anche:

Iacopo Barison sul numero 51 si McSweeney’s

Autore dell'articolo: Claudia Papaleo