Parola di copertina I Lorenzo Terranera racconta Tazio

L’autore del libro illustrato della collana Mirari spiega il nesso tra
la copertina del libro e… Il dolce a fine pasto!

kjhkh
fkjl

“Siamo nell’anno 1932, è il 28 Aprile, dopo un importante vittoria Tazio Nuvolari viene invitato al Vittoriale da Gabriele D’Annunzio, questi gli regala una spilla con raffigurata una tartaruga ” all’uomo più veloce l’animale più lento “.
La copertina come spesso accade è l’ultima tavola che realizzo, ci arrivo comodamente… è come il dolce a fine pasto (per quelli a cui piace il dolce) ti godi il momento.
Per Tazio, non ho avuto dubbi dovevano essere loro due, lui la tartaruga e la strada all’inizio del viaggio.

Il Tazio di cui racconto è un bimbo come tanti altri, il papà e lo zio sono due noti ciclisti, sono probabilmente loro che trasmetteranno la passione per le due ruote e per la velocità a quello che poi diventerà  “il Mantovano volante”. Questa storia ha inizio un pò più di cento anni fa, a Castel D’Ario, Tazio ha dieci anni, ha messo insieme qualche cassetta della frutta con quattro ruote scompagnate e si lancia giù per il sentiero dietro casa…”

Lorenzo Terranera

Il libro:

 

Autore dell'articolo: Isabella Stefanelli