Aperitivo con L’uomo che sfidò le stelle

Degustazione con lettura il 24 aprile 2012 alle ore 18:30. Appuntamento al RistorArte Vino e buoi dei paesi tuoi, una serata per degustare gli ottimi vini della cantina Cincinnato e il fingerfood Agnoni, leggendo alcuni passi tratto dal graphic novel L’uomo che sfidò le stelle (ed. Tunué), la storia del buttero che sconfisse Buffalo Bill.

Competition “L’uomo che sfidò le stelle”

La sfida fra Augusto Imperiali, il buttero della palude pontina, e Buffalo Bill raccontata a fumetti, con il patrocinio del Comune di Cisterna di Latina, con la prefazione di Sergio Bonelli

È il 1890. William Frederick Cody, in arte Buffalo Bill, arriva a Roma con il suo Wild West Show, un circo di cow boys a stelle strisce. Nella palude pontina, terra di Butteri e sofferenze, podere della famiglia Caetani, il Duca legge la notizia sulle pagine de Il Messaggero e decide di lanciare una sfida…

Un gioco di memoria riporta in vita la storia di Augusto Imperiali: Augustarello, un uomo semplice che diviene legenda battendo il famoso cavaliere del Nuovo Mondo. Un western all’italiana, dal rustico sapore dell’acquacotta, ricetta tipica dei butteri, ambientato fra le campagne di Cisterna di Latina. Sogni e ricordi scorrono silenziosi fra le pagine e la voce del mitico protagonista fa diventare epica la realtà di un paese.

Nel 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia: un eroe comune dall’antico mestiere ricorda il Belpaese trasmettendo emozioni raccontando la sfida che lo ha fatto entrare nella Storia.

L’uomo che sfidò le stelle nasce da un’idea di Mauro Nasi, grazie al patrocinio del Comune di Cisterna di Latina: «La secolare storia di Cisterna vede nei butteri un capitolo importante non soltanto del suo passato ma anche del suo futuro. Immerso nella natura, rispettoso degli animali, schietto, testardo ma coraggioso e audace, il buttero è un modello a cui ispirarsi anche e soprattutto oggi. E’ dunque, nella valorizzazione e promozione del mito del buttero che la sua “patria” sta investendo. Ecco perché ha creduto da subito a questo progetto editoriale e lo ha sostenuto affinché lo stretto legame che unisce il buttero alla natura possa essere conosciuto e condiviso da giovani e non, in modo piacevole ed emotivamente corretto», il Sindaco Antonello Merolla.

Rispondi correttamente alle domande del concorso sotto riportate:

 

Davide Pascutti vince il Premio Anafi 2011

Domenica 22 maggio a Reggio Emilia, l’Anafi ha assegnato il Premio «Albertarelli» a Davide Pascutti, disegnatore de L’uomo che sfidò le stelle. «Per essere riuscito, nello spazio di pochissimi anni, a divenire un narratore di graphic novel di grande spessore storico ed umano, messe sulla carta con stili diversi, di volta in volta studiati per meglio sviluppare l’argomento preso in esame».

Davide ha  recentemente firmato, insieme ad Andrea Laprovitera e Alessandro Di Virgilio, L’uomo che sfidò le stelle:  un gioco di memoria riporta in vita la storia di Augusto Imperiali: Augustarello, un uomo semplice che diviene legenda battendo il famoso cavaliere del Nuovo Mondo. I suoi disegni, con precisione, descrivono le vicende del mitico cow boy italiano.

La giuria ha poi conferito il Premio «Roberto Reali» a Camillo Conti, a Leonardo Gori, all’editrice Saldapress, a Mario Gomboli, all’affettuosa memoria di Bonvi e a Francesco Tullio-Altan.

Inoltre , sono stati consegnati  i premi referendum come miglior disegnatore, ad Andrea Mutti; come miglior sceneggiatore, a Giancarlo Berardi; come miglior autore completo, a Paolo Cossi; per la miglior iniziativa editoriale, a Gli anni d’oro di Topolino – Ed. Corriere della Sera/Gazzetta dello Sport; come miglior volume, a Napoleone di P. Bacilieri – Ed. Rizzoli Lizard; come miglior saggista,a F. Bellacci, a L. Boschi, s L. Gori e a A. Sani per “Jacovitti, 60 anni di surrealismo a fumetti” – ed. NPE.

L’uomo che sfidò le stelle

È il 1890. William Frederick Cody, in arte Buffalo Bill, arriva a Roma con il suo Wild West Show, un circo di cow boys a stelle strisce. Nella palude pontina, terra di Butteri e sofferenze, podere della famiglia Caetani, il Duca legge la notizia sulle pagine de Il Messaggero e decide di lanciare una sfida…

Un gioco di memoria riporta in vita la storia di Augusto Imperiali: Augustarello, un uomo semplice che diviene legenda battendo il famoso cavaliere del Nuovo Mondo. Un western all’italiana, dal rustico sapore dell’acquacotta, ricetta tipica dei butteri, ambientato fra le campagne di Cisterna di Latina. Sogni e ricordi scorrono silenziosi fra le pagine e la voce del mitico protagonista fa diventare epica la realtà di un paese.

Nel 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia: un eroe comune dall’antico mestiere ricorda il Belpaese trasmettendo emozioni raccontando la sfida che lo ha fatto entrare nella Storia.

L’uomo che sfidò le stelle nasce da un’idea di Mauro Nasi, grazie al patrocinio del Comune di Cisterna di Latina: «La secolare storia di Cisterna vede nei butteri un capitolo importante non soltanto del suo passato ma anche del suo futuro. Immerso nella natura, rispettoso degli animali, schietto, testardo ma coraggioso e audace, il buttero è un modello a cui ispirarsi anche e soprattutto oggi. E’ dunque, nella valorizzazione e promozione del mito del buttero che la sua “patria” sta investendo. Ecco perché ha creduto da subito a questo progetto editoriale e lo ha sostenuto affinché lo stretto legame che unisce il buttero alla natura possa essere conosciuto e condiviso da giovani e non, in modo piacevole ed emotivamente corretto», il Sindaco Antonello Merolla.