Tunué a Romics 2017

Tunué a Romics 2017

Tunué a Romics 2017: gli autori che vi aspettano allo stand per il firma copie e le dediche, insieme a tutte le novità uscite in libreria nelle ultime settimane

Come da tradizione, entrare nel mese di ottobre significa darvi appuntamento a Romics, la fiera del fumetto, dell’animazione e dei Games che si terrà da giovedì 5 a domenica 8.
Allo stand troverete noi, pronti a darvi consigli su tutto il catalogo e a conoscere i vostri gusti, le novità e, soprattutto, i nostri autori!

Ecco tutte le info:

AUTORI

Sergio Algozzino con:
Il piccolo CaronteStorie di un’attesaMemorie a 8bitDieci giorni da BeatleVenerdì 6 e sabato 7 ottobre

Simona Binni con:
La memoria delle tartarughe marine, Silverwood Lake, da giovedì 5 a domenica 8 ottobre

Gaia Cardinali con:
Viktoria, da venerdì 6 a domenica 8 ottobre

Mattia Iacono con:
Macumba e Demone dentro, venerdì 6 (pm), sabato 7 e domenica 8 ottobre

Grazia La Padula con:
Echi invisibili e Giardino d’invernovenerdì 6 ottobre

Luca Russo con:
Nottetempo, (in)certe stanze e guardami più forte, sabato 7 e domenica 8 ottobre

Antonio Vinci con:
NonniGiovedì 5, venerdì 6 e sabato 7 ottobre (fino alle 17:00)


EVENTI

Sabato 7 ottobre, ore 16:00
16.00-17.30 I Beatles a Fumetti, Incontro/Evento sul caleidoscopico universo dei Beatles. Intervengono Enzo Gentile e Fabio Schiavo, curatori della mostra I Beatles a Fumetti, allestita a Romics, gli autori che hanno contribuito con tavole originali o fumetti alla sezione Omaggio ai Beatles, tra cui Sergio Algozzino

Domenica 8 ottobre, ore 15:15
Disegni migranti – L’immigrazione e l’emigrazione raccontate dal fumetto. Il delicato e attualissimo tema dell’immigrazione, l’emigrazione, le difficoltà dell’inserimento e dell’accoglienza, rappresentato nei molteplici stili di fumettisti e illustratori contemporanei. Speranza, delusione, bianco e nero e colore, dalle voci di autori, editori e del Direttore Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie della Farnesina Luigi Vignali
Intervengono: Simona Binni e Marco Ruffo Bernardini
Pad 9 – Pala Comics Metting & Lab


NOVIT
À

La memoria delle tartarughe marine, di Simona Binni, collana Prospero’s Books – Giacomo e Davide sono fratelli e sono cresciuti a Lampedusa, un’isola che per Giacomo stringe come una gabbia lasciando il mondo in disparte e in attesa, e che per Davide è la casa da cui è impossibile prescindere.
Il primo, ormai adulto, l’abbandona per Milano, il lavoro in banca e le luci al neon dei locali notturni, risentito per la testardaggine del fratello, che invece resta e si dedica anima e corpo allo studio delle tartarughe marine, capaci di tornare nel luogo in cui sono nate anche dopo venti anni di lontananza.

Tunué a Romics 2017

Leggi di più a proposito di Tunué a Romics 2017

Tunué a Lucca Comics & Games 2017

Le novità Tunué a Lucca Comics & Games 2017

Quest’anno ci presenteremo al Lucca Comics & Games con una serie di novità che vi faranno emozionare, divertire, riflettere più che mai. Se vuoi avere tutto sotto controllo puoi scaricare la comoda e pratica guida in formato A4: Novità Monster Allergy Catalogo Completo Intanto goditi l’anteprima: Kraken, di Emilio Pagani e Bruno Cannucciari, collana Prospero’s Books – Siamo […]

Tunué a Palermo Comic Convention

Tunué a Palermo Comic Convention

Dal 22 al 24 al settembre saremo con il nostro stand al Palermo Comic Convention, il Salone Internazionale del Fumetto, Games, Cinema e New Media che, giunto ormai alla sua terza edizione, si conferma come uno dei principali eventi italiani dedicati alla Pop Culture.

Nel corso di questa effervescente tre giorni potrete sfogliare tutti i titoli del catalogo, conoscere le nostre novità e, dulcis in fundo, incontrare Deborah Allo, che vi aspetta sabato e domenica per dedicare e firmare le copie de Il piccolo Caronte:

Caronte, il traghettatore di anime, sparisce. Al suo posto arriva il piccolo Mono, suo figlio. Un bambino che non ha per niente voglia di sostituire il padre assumersi una tale responsabilità. Un bambino che va incontro al suo destino viaggiando e conoscendo personaggi capaci di fornirgli la sicurezza necessaria per un incarico così importante.

Ecco, nello specifico, le uscite di settembre che vi consigliamo di non lasciarvi sfuggire:

Novità

Alberto ha passato la vita con le spalle felicemente ricurve sui tasti di un pianoforte o con il corpo e la mente volti a Giulia, la donna solitaria dallo sguardo triste, e dalla grazia ipnotica, che ha amato senza riserve. Dopo la sua morte, Alberto viene inghiottito da un’assenza che si trasforma in un viaggio onirico e surreale nelle stanze della mente. È qui che il bisogno, e allo stesso tempo l’incapacità di suonare ancora, dà forma a una serie d’immagini dove lo spettro dell’arte, insieme a quello della donna, aleggia nelle stanze di musei vuoti, tra le nuvole di cieli lividi, e negli spazi bui di foreste fitte e spettrali, costringendolo a fare i conti con lo smarrimento totale del sé. Luca Russo torna con un’opera ammaliante e di sorprendente forza pittorica, dove il tremore, e lo strazio per ciò che è perduto, anima ogni parola e ogni nota di colore.

Leggi di più a proposito di Tunué a Palermo Comic Convention

Dialoghi a colori I Grazia La Padula racconta

Dialoghi a colori I Grazia La Padula racconta Echi invisibili e Giardino d’inverno


Dialoghi a colori I Grazia La Padula racconta

Leggendo e osservando Echi Invisibili e Giardino d’inverno si nota la tua attenzione/ossessione per gli edifici. In entrambi i casi il lettore e i protagonisti si ritrovano annientati e divorati dai grattacieli, annichiliti dal loro grigiore.  È davvero così il tuo rapporto con la città? 

Ci sono in realtà molti aspetti della vita cittadina che mi piacciono, ma naturalmente tutto dipende dalla città, soprattutto dall’atmosfera che emana e dalla gente che l’abita. Credo di essere molto sensibile a questo, piuttosto. Le architetture urbane in sé mi sono d’ispirazione, mi piace disegnarle. I grattacieli di New York non mi fanno sentire annichilita perché la città ha una bella energia. I palazzoni grigi di Berlino, carichi di storia, mi affascinano enormemente, pur nella loro decadenza. Adoro i vicoli chiassosi e barocchi di Napoli. Roma ha degli scorci bellissimi ma, ad esempio, la sento una città piuttosto ostile. A volte sono sensazioni impercettibili, ma è vero che in certi casi avverto un forte senso di alienazione. Dipende molto dall’atteggiamento dei cittadini, più che dalla città stessa. L’aspetto per me più negativo delle grandi città è che sono dispersive e questo rende a volte meno semplici i rapporti umani, gli incontri. D’altra parte, lavorando in casa, mi risparmio gran parte dello stress cittadino! Anche la presenza o meno di verde però ha il suo peso. E naturalmente un bel tuffo nella natura è sempre benefico!

Nel romanzo La noia Alberto Moravia costringe il protagonista a letto dopo un incidente. L’immobilità, contraria alla vita movimentata che ha sempre avuto, lo porta a riversare tutte le sue attenzioni verso un albero fuori dall’ospedale, che diventa simbolo di contemplazione e pace. Allo stesso modo il protagonista di Giardino d’inverno ritrova la serenità che cercava fuori dalle mura di casa. Mi sembra che il tema della rinascita individuale, nel libro, si connetta al rapporto con l’altro da sé e alla capacità di lasciarsi stupire e avvolgere anche dalle più piccole sfaccettature dell’esistenza. 

Assolutamente sì, penso che nelle piccole cose possa nascondersi una grande magia, ed è importante per me riuscire a coglierla. Commuoversi per un gesto che può sembrare insignificante, assaporare la lentezza, immergersi nella contemplazione di un brano, di un triangolo di luce per strada, del gusto del caffè. Osservare e sentire. Sono una persona tutt’altro che iperattiva, per usare un eufemismo! E poi anche un insieme di eventi banali può cambiare il corso di una vita. Allo stesso modo, nei racconti (siano romanzi, film, fumetti.. ) mi interessa il soffermarsi sulle piccole cose, sui dettagli, le sensazioni. Detto ciò, nella vita reale amo anche alternare i momenti di contemplazione a “grandi avventure” che rompano la routine, ma l’atteggiamento di fondo rimane lo stesso. In fondo è tutto lì, non tanto nelle esperienze che viviamo ma nel come le percepiamo.

Leggi di più a proposito di Dialoghi a colori I Grazia La Padula racconta Echi invisibili e Giardino d’inverno

Gli autori italiani a LuccaCG17

Gli autori italiani a LuccaCG17

Martedì vi abbiamo detto che, per la primissima volta, la nostra Lucca Comics & Games avrà un tema: l’approdo delle storie. Dopo una notizia come questa, non potevamo che proseguire annunciando l’elenco completo degli autori italiani che approderanno allo stand con i propri libri per dediche e firmacopie. La Brigada è davvero numerosa e ha […]