Parola di copertina I Badù

Parola di copertina I Badù

Presentiamo in anteprima assoluta la copertina
di Badù con un racconto degli autori

Un ragazzino vagabondo dalla curiosità insaziabile, un geco che conosce alla perfezione la saggezza e l’eleganza europea, l’aria dorata e sabbiosa dell’Africa, ma soprattutto una misteriosa scomparsa e un’indagine che si scontra con la magia, il pregiudizio e la superstizione.
Badù di Francesca Ceci, Christian B. BouahLaura Congiu, Stefania Costa, Gabriele Peddes e Stefania Potito, in libreria dal 19 ottobre, racconta questo e molto altro.

Per scoprire di cosa si tratta potete cominciare dalla copertina che, come ci raccontano gli autori, nasconde diversi indizi sui segreti del libro.
Buona visione e buona lettura!

Parola di copertina I Badù

Badù e il nemico del sole

La storia che volevamo raccontare corre su un doppio filo. Sul primo troviamo il mondo di Badù, la sua curiosità, la saggezza immaginaria del suo amico geco. Sul secondo filo c’è un mondo sotterraneo in cui non arriva la luce del sole, in cui il buio prevale sui colori, dove è proprio l’assenza di colore a dominare. Le due storie scorrono parallele, sono state vicine ma distanti allo stesso tempo per tanti anni, finché lo sguardo di un bambino, la curiosità che diventa sospetto, il coraggio inconsapevole, portano queste due storie ad incrociarsi, ad ingarbugliarsi l’una con l’altra, a volersi districare a vicenda.

Leggi di più a proposito di Parola di copertina I Badù